Condividi questo cominicato:

Al Teatro Salieri Di Legnago (Verona) dal 22 al 26 settembre 2022 si terrà la seconda edizione dell’International Salieri Circus Award, l’unico Festival competitivo al mondo che coniuga il circo d’arte e la musica classica. La grande novità di questa edizione è la presenza dal vivo dell’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Diego Basso. I 34 elementi d’orchestra accompagneranno le performance degli artisti con pagine tratte dai capolavori della musica classica, moderna e contemporanea.

Ciò che contraddistingue l’approccio alla musica del Maestro Basso è il tentativo di eliminare le barriere, spaziando dalle arie d’opera al pop e al rock sinfonico, liberando emozioni e mettendo in relazione tra loro mondi diversi. Da sempre favorisce l’incontro tra universi musicali differenti, dalle orchestre ai singoli grandi artisti, convinto che l’eccellenza sia sempre il risultato di un impegno corale.

È uno sposalizio intrigante quello tra la musica classica e le arti circensi di qualità…

“Ho scelto di lavorare a stretto contatto con Antonio Giarola, Direttore artistico del Salieri Circus e il suo gruppo nella fase di selezione delle 23 performance che si esibiranno al Teatro Salieri di Legnago – dichiara il Maestro Diego Basso. Era importante conoscere la ricchezza delle proposte e abbinare il brano più adatto ad ogni artista per valorizzarne le qualità. Abbiamo preparato quindi un programma che ci condurrà in mondi musicali diversi tra loro, dalla classica alle colonne sonore, alle arie d’opera. Diverse esperienze musicali abbinate alle esibizioni in palcoscenico, nella convinzione che c’è sempre cultura dentro ogni musica”.


Già per la prima edizione erano stati scelti, tra gli altri, autori come John Sebastian Bach, Ludwig van Beethoven, Fryderyk Chopin, Georges Bizet, Ezio Bosso, Ludovico Einaudi, Niccolò Paganini, Sergej Prokofief, Giacomo Puccini, Maurice Ravel, Gioacchino Rossini, Antonio Vivaldi e lo stesso Antonio Salieri, al quale il Festival, che a lui è dedicato, ha reso omaggio iniziando con le note della sua “Armida”.

“Nelle scelte musicali di questa edizione – continua il Maestro Basso – abbiamo inserito generazioni di musicisti diversi tra loro con brani che hanno la capacità di toccare corde emotive sempre in modo unico e sorprendente. Non mancherà l’omaggio ad Antonio Salieri con overture costituita da brani tratti dalle opere “Axur, Re d’Ormus” e “Il Talismano”, per lasciarsi poi trasportare dalla forza e la bellezza dell’Inverno di Vivaldi, l’Adagio di Albinoni, accostate alle colonne sonore di Ennio Morricone arie d’opera. Saranno eseguite “La danza delle ore” dall’opera “La Gioconda” di Amilcare Ponchielli e l’Overture de “La Forza del Destino” di Giuseppe Verdi”.
“Il pubblico potrà poi ascoltare le note di Stephen Braun, Tchaikovsky, con l’esecuzione de “Lo Schiaccianoci” e alcuni artisti eseguiranno la loro performance su medley come quello tra le musiche di Max Richter ed Ezio Bosso, oppure tra quelle di John Barry, Jerry Goldsmith e Basil Poledouris” conclude il Maestro Basso.


In palcoscenico si esibiranno i professori d’orchestra della componente sinfonica della Orchestra Italiana. Fondata dal Maestro Diego Basso nel 2004 e della quale ne è direttore unico, l’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana è un progetto che ricalca le orme delle grandi orchestre degli anni Settanta. È composta da più di 100 elementi e ha una sezione giovanile di 40 musicisti tra i 18 e i 25 anni conosciuta come Ritmico Sinfonica Young Orchestra.

Proseguono le prevendite:
- Online su Boxol
- Presso la biglietteria del Teatro Salieri

Comunicati Stampa